Classici Amari – Master & Commander

La rubrica Classici Amari nasce per raccontare i film che al sottoscritto hanno segnato la vita cinematografica e non, la pellicola presa in considerazione in questa sede è un film che ha impattato molto nella vita di chi vi scrive e probabilmente se ci fosse un film da considerarsi il preferito in assoluto su di questo ricadrebbe la scelta.

Master & Commander di Peter Weir con Russel Crowe e Paul Bettany è sicuramente lontano dai livelli qualitativi raggiunti dal regista australiano, accostarlo ad un capolavoro come The Truman show è folle ma al cuore, ed alla nostalgia, non si comanda.

La pellicola del 2003 diretta da il sopracitato Peter Weir è una storia di guerra combattuta in mare, due navi contrapposte la Acheron e la -mitica- Surprise, quest’ultima al comando del capitano Jack Aubrey (Russel Crowe). La guerra in questione è il conflitto tra la Francia di Napoleone e la Gran Bretagna e la prima nota d’interesse che affiora dalla pellicola è come veniva percepito Napoleone da militari inglesi, M&C spezza l’abitudine comune di vedere nel cinema e nei documentari televisivi il punto di vista del grande Imperatore dei francesi senza concentrarsi sul quel gran pezzo di umanità che a cavallo tra XVIII e XIX secolo gli si opponeva fermamente.

La guerra e gli scontri in mare sono parte importante della pellicola, ma non sono predominanti o ridondanti, ogni volta che la fregata francese appare in scena è un piccolo sussulto e la scelta del regista di non mostrarla mai da vicino ma dando sempre allo spettatore la visione dei marinai inglesi che hanno della minacciosa imbarcazione nemica è una scelta premiante e azzeccata, solo nel finale si potrà dare un volto a quei nemici visti solo da lontano per tutto il film.

La regia di Weir da dinamismo anche alle scene statiche, la Surprise è ripresa da tutte le angolazioni ma senza mai dimenticare gli uomini che la abitano e la fanno vivere. L’equipaggio della nave grazie alla maestri del regista riesce a raccontarsi perfettamente con poche battute e poche inquadrature; le ambizioni, le paure e il voler fare il proprio dovere sono i motori che muovo l’emotività dei personaggi che devono cercare di convivere in un ambiente angusto e difficile come una nave da guerra di inizio ‘800.

Master & Commander è forse un film minore, un prodotto industriale di alta gamma del cinema americano, ma per chi vi scrive è stato un film stupendo uno di quei film con cui non ci si può confrontare razionalmente, uno di quei casi in cui la parte emotiva e nostalgica prende il sopravvento. Sulla Surprise lo spettatore maneggia cime e vele, traccia la rotta e si lancia all’arrembaggio al fianco del suo capitano sentendosi parte dell’equipaggio, sentendosi al centro dell’azione, una cosa che fanno solo i grandi film.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...